Crea sito

Home

pag. da 41 a 58

TESTO CRITICO

XIV

Gesù stabilisce Pietro suo vicario visibile; gli affida tutti i fedeli e pastori; lo rende infallibile nell’insegnare; gli dà autorità nel comandare; carità nel santificare: «Pasci i miei agnelli, pasci le mie pecore»;1 gli consegna le chiavi del regno dei cieli. Siate benedetto, o Gesù Maestro, che vivete in Pietro, insegnate in Pietro, ci reggete in Pietro, ci salvate in Pietro! Chi è con Pietro è con voi; chi si stacca da Pietro è tralcio divelto dalla vite.2 Può staccarsi con la mente per l’eresia; con la volontà per ribellione; con il cuore per il vizio.3 Io credo che Pietro è per me via, verità, vita in Cristo. Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo. Pittura: Gesù conferisce il primato. Maria Regina Ap[ostolorum].4

––––––––––

1 Ms: Pasce agnos, pasce oves meas. Il resto, manca.
2 Il ms aggiunge: perché si stacca da voi.
3 Ms: con il cuore per il peccato.
4 La didascalia è cancellata con tre trattini verticali in penna.

42. VIA HUMANITATIS

XV

Lo Spirito Santo, invocato con Maria, discende sugli Apostoli e li riempie di sapienza, fortezza, zelo! 1 La Chiesa nasce, raccoglie moltitudini; inizia il suo cammino; 2 si rivolge ad ogni popolo; e persevererà sino al termine dei secoli.
Siate benedetto, o Maestro Divino, che avete promesso e mandato dal Padre lo Spirito Santo, per illuminare e santificare la Chiesa! Rinnovate la Pentecoste per le preghiere di Maria; suscitate apostoli in ogni tempo.3 Riposi sopra di essi lo Spirito di sapienza ed intelletto; della scienza e del consiglio; della pietà e della fortezza; e del santo timor di Dio!

Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo.
Pittura: la Pentecoste.4

––––––––––

1 Il ms aggiunge: conferisce doni straordinari.
2 Il ms aggiunge: che...
3 Ms: affinché siano tanti gli apostoli in ogni tempo.
4 Nel ds la didascalia è cancellata, con due trattini verticali

43. TESTO CRITICO

XVI1

Apostoli e sacerdoti in ogni tempo e luogo predicano agli uomini; alcuni accolgono la parola di salute, altri rimangono indifferenti o perseguitano i mandati. La Chiesa è rovina per chi la rigetta, salvezza per chi l’accoglie. Gesù Cristo e Satana si disputano il possesso dell’anima, che è libera. Chi si consegna a Gesù Cristo e chi a Satana.2 Vi benedico, o Maestro divino, perché mi faceste sentire la vostra parola di verità. Essa mi ha illuminato, mi ha eccitato a pentimento, a confidenza, ad amore. Risuoni in ogni parte della terra. Rendete docili i cuori; produca il trenta, il sessanta, il cento per uno. Preparate i cuori, o Vergine; ottenete lo Spirito Santo! 3 Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo.
Pittura: Paolo innanzi all’areopago? Regina Ap[ostolorum].4

––––––––––

1 Tanto il ms che il ds hanno una lezione notevolmente diversa dal testo dell’opuscolo stampato. Noi diamo quella del ms.
2 «Pietro, Paolo, sacerdoti di ogni tempo e luogo predicarono; alcuni accolsero la parola di salute, altri rimasero indifferenti; altri non receperunt [i] figli di Dio, altri perseguitarono i predicatori. La Chiesa posta a rovina e salvezza. Gli uni non accolgono, gli altri accolgono: secondo la grazia e le disposizioni di ognuno. G.C. e Satana si disputano il possesso dell’anima; l’anima è libera. Chi si consegna a G.C. e chi a satana».
3 Testo del ms: «Vi benedico, o Maestro Divino, perché mi avete mandata la vostra parola, accompagnata da la grazia dello Spirito Santo. Essa mi ha illuminato, mi ha eccitato a pentimento, a confidenza, ad amore. Fate risuonare in ogni parte della terra la vostra parola; rendete docili i cuori; produca il trenta, sessanta per uno. Preparate il mio cuore, o Vergine, ottenetemi lo Spirito Santo».
4 Cancellato con due trattini verticali.

44. VIA HUMANITATIS

XVII

Due sono le vie. Una è larga e facile, ma conduce alla perdizione, e molti vi entrano; l’altra è stretta, ma conduce alla salvezza; i veramente saggi si sforzano di entrare per la porta stretta.1 La prima è la via della libertà di pensiero, di morale, di culto; la seconda è la via della fede sincera, dei comandamenti, della preghiera. Ognuno sceglie.2 Vi ringrazio, Maestro Divino, per avermi illuminato. Da parte vostra nulla mi avete lasciato mancare: né luce, né esempi, né grazia. Piango su di me e su quanti si lasciarono spingere sulla strada del mondo, delle passioni, del demonio. Deh! Salvateci! Vogliamo seguire la via della vita. Attraete i nostri cuori.3 Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo.
Pittura: due strade su le quali camminano molte persone... Maria il termine della strada stretta
.

––––––––––

1 Ms: entrare per questa.
2 Ms: scelga.
3 Redazione del ms: Vi ringrazio, Maestro Divino, per averci illuminati. Da parte vostra nulla ci avete lasciato mancare: né luce, né esempio, né grazia. Piango su di me e su quanti si lasciarono spingere su la falsa via del mondo, dalle passioni, dal demonio. Deh! ...

45. TESTO CRITICO

XVIII

Gesù Cristo è sempre Via, Verità e Vita nella Chiesa. Si deve credere alla Chiesa come a Gesù Cristo stesso. «Chi ascolta voi ascolta me». Essa è maestra di fede. È interprete della Rivelazione contenuta nella Scrittura e nella Tradizione. La Chiesa è infallibile nelle cose di fede e dei costumi.1
Siate benedetto, o Maestro Divino. Gli uomini devono credere, professare, alimentare, vivere la loro fede. Senza di essa non si può piacere a Dio né arrivare al cielo. È dono di Dio. Chiunque la domanda con cuore, la ottiene. Si perde la fede leggendo od ascoltando dottrine contro la Chiesa
.2 Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo.
Pittura: dietro la predicazione hanno creduto giudei [?] e gentili... tutti grandi per la loro sapienza. Maria.3

––––––––––

1 È opportuno tener conto delle due redazioni antecedenti. Nel ms si legge: «G.C. ci invita nella sua gloria, occorre seguirlo su la [ds: sulla] terra. Egli è verità, crederlo; Egli è via, imitarlo; Egli è vita, unirsi a lui; [a, manca nel ds]. Credere alla Chiesa, maestra di fede e depositaria, testo, interprete della rivelazione contenuta nella Scrittura e nella Tradizione. Credere alla Chiesa è credere a Gesù Cristo: “chi ascolta voi, ascolta me”».
2 Ms: «Siate benedetto, o Maestro Divino, che insegnate nella Chiesa, per mezzo della Chiesa. Gli uomini devono... [il ds completa il discorso: “credere, professare, alimentare, vivere la loro fede. Senza di essa non si può piacere a Dio né arrivare al cielo. È dono di Dio. Chiunque...”]. Chiunque domanda con cuore la ottiene. Perdono la fede coloro che sentono, leggono, ascoltano dottrine contrarie alla Chiesa».
3 La didascalia del ds suona: «Pittura: Alla predicazione hanno creduto ignoranti e dotti... tutti grandi per la loro sapienza... Maria regina...».

46. VIA HUMANITATIS

XIX

La Chiesa, come Gesù Cristo, è maestra di santità.1 Per salvarsi è necessario praticare la sua morale. Si sarà santi secondo la perfezione della vita. Vi sono i comandamenti di Dio e della Chiesa, i doveri del proprio stato, i consigli evangelici. La Chiesa tutto custodisce, propone, inculca.
Siate benedetto, o Maestro Divino, che nella Chiesa e con la Chiesa continuate ad essere la nostra Via.2 Chi vi segue, tiene la via del cielo. Chi si allontana, pecca; non ascolta né la Chiesa, né voi, né il Padre vostro.3 Benedetta la voce della madre Chiesa per i suoi figli. Ogni figlio prodigo risorga e torni al Padre ed alla madre sua. Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo.
Pittura: un sacerdote che predica a una moltitudine varia... Maria Regina Ap[ostolorum].
4

––––––––––

1 Ms: È necessario, in secondo luogo, per salvarsi, praticare la sua morale secondo...
2 Ms: Chi vi segue, merita, chi si allontana, pecca e non ascolta...
3 Ms: Voce di G.C.! voce della Madre Chiesa verso i suoi figli. Se mi sono allontanato come figlio prodigo, oggi risorgo e torno al... Il ds ha ancora questa lezione.
4 Il ds conserva la didascalia. L’ultima frase suona: «Maria Regina degli Apostoli».

47. TESTO CRITICO

XX

La Chiesa, in Gesù Cristo, è maestra di preghiera e di vita spirituale. Essa ha ricevuto ed amministra i Sacramenti. 1 Il Battesimo dà la vita, la Cresima la rafforza, la Penitenza la ripara; l’Eucaristia la nutre, l’Estrema Unzione la completa. Il Matrimonio perpetua la società civile; l’Ordine,2 la società religiosa.
Vi ringrazio, o Maestro Divino, autore dei Sacramenti che la Chiesa amministra. In essi operate con la vostra divina Virtù. Per essi viviamo ed operiamo in voi, come il tralcio vive della vite e fruttifica per la vite.3 Per essi siamo vostri gaudii eterni. Devo e voglio ricevere bene i Sacramenti;4 e seguire la sacra Liturgia. Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo.
Pittura: i sette fiumi che sgorgano da sotto l’Agnello.5

––––––––––

1 Ms: La Chiesa come G.C. e con G.C. è maestra di preghiera e vita. Essa ha ricevuto ed amministra i Sacramenti: sono necessari per arrivare alla vita eterna. Il Battesimo...».
2 Il ms aggiunge: perpetua.
3 Ms: Per essi siamo vostre membra; partecipiamo ai vostri meriti; avremo i vostri gaudii...
4 Il testo nel ms e nel ds termina qui.
5 La didascalia del ds, cancellata con tre trattini verticali, suona così: «I Sette fiumi che sgorgano di sotto l’Agnello. La Regina degli Apostoli nello sfondo».

48. VIA HUMANITATIS

XXI

Principale mezzo per vivere in Cristo,1 è l’Eucaristia. Per essa si perpetua il Sacrificio della croce. Per essa 2 Gesù Cristo rimane sempre tra gli uomini e comunica i frutti della sua presenza. Per essa l’uomo si unisce mente, volontà e cuore a lui.3
Vi ringrazio e benedico, Maestro Divino, che nell’ultima Cena avete istituito questo Sacramento, mistero di fede, di amore e di grazia. Con voi, in voi, e per voi, Gesù Ostia, adoro, ringrazio, placo e supplico il Padre Celeste. Siate benedetto per aver stabilito il Sacerdote che produce, custodisce, distribuisce l’Eucaristia. Egli è vostro ministro e dispensatore dei vostri misteri.4 Voglio condurre vita eucaristica.
Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo.
Pittura: un altare, con la messa all’elevazione, molti adoranti e comunicanti. Maria...
5

––––––––––

1 Ms: in Cristo, Via Verità e Vita, è...
2 Ms e ds: ...si perpetua il sacrificio con tutti i suoi frutti ed i suoi fini; per es. G.C. rimane...
3 Il ms aggiunge: intimamente.
4 Ms: la penultima proposizione, manca: Egli... misteri. 5 Nel ds la didascalia suona così: ...all’Elevazione, molti adoratori e comunicanti. Maria Regina...

49. TESTO CRITICO

XXII 1

La Chiesa è affidata a Maria. Nella creazione, nella redenzione, nella distribuzione delle grazie e nell’ordine della gloria, Maria occupa un posto preminente. Sempre per dare Gesù Cristo al mondo e ad ogni anima. È Madre di Dio e della Chiesa. Tutti i beni sono passati per Maria.2 Da Maria la vita. Ella è nostra Madre.
Siate benedetto, o mio Dio;3 come la vita naturale viene dalla madre, così la vita soprannaturale da Maria. È la verga che porta il fiore; è la madre che dà il Frutto benedetto del suo seno; è l’aurora che annunzia il Sole. Ove entra Maria entrerà pure Gesù. Chi trova la Madre trova il Figlio.4 Per Maria la via è sicura e breve. Gesù ci precede 5 con l’esempio: egli s’è fatto figlio di Maria.

Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo.
Pittura: la nostra Regina Ap[ostolorum]
.

––––––––––

1 Il ms presenta la seguente redazione, cancellata dall’autore: «Maria è la via a Cristo. Ella è la verga che porta il fiore, la madre che porta il Figlio, la pianta che dà il Benedetto frutto suo. Dove si introduce la divozione a Maria, Ella presenta il Figlio; Maria per ogni anima è l’aurora che annunzia il Sole Cristo Gesù». Il ds esordisce: «Gesù Cristo si trova tra le braccia di Maria... Sempre però è in ordine a dare Gesù Cristo alle anime ed al mondo. Per questo è stata eletta a Madre di Dio e della Chiesa, e tutti i beni sono passati e passano attraverso Maria». Il ms inoltre prosegue, nella seconda parte: «Vi ringrazio mio Dio, di aver affidato a Maria la missione di dare Gesù al mondo ed a ogni anima. Per questo l’avete elevata alla dignità di Madre della Chiesa [sottolineatura nostra]; e chi trova Maria trova la vita, la dolcezza, la salvezza. Appena comparve Maria l’umanità [c. sopra] si allietò: così sarà sempre».
2 Il brano seguente manca nel ms.
3 Ms: perché, come.
4 Ms: Se in un’anima o in una regione si stabilisce il culto e l’amore a Maria, nascerà l’amore a Gesù. Passando per Maria la via è...
5 Ms: ammaestra.

50. VIA HUMANITATIS

XXIII

La vita cristiana è immensamente superiore alla vita umana.1 Porta ad una felicità eterna.2 Il cristiano perfetto schiva il peccato, vive la fede, pratica 3 la legge, esercita 4 il culto cristiano. Compie i doveri dello stato suo, in famiglia ed in società.5 È il miglior figlio, il miglior padre, soldato, professionista, cittadino.
Vi ringrazio, mio Dio, che avete voluto instaurare tutto in Cristo.6 Avete chiamato l’uomo a imitare la vostra vita divina in Cristo.7 Tanti fedeli si distinguono nella pratica delle virtù ordinarie, onorano 8 Dio, la Chiesa, la società. Spesso sono anche i benefattori dell’umanità.9 Devo imitare Dio in Cristo, vita dell’anima.10
Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo.
Pittura: accolta di uomini di ogni classe che guarda e segue Gesù Cristo
.11

––––––––––

1 Il ms aggiunge: anche buona.
2 Il ms aggiunge: immensamente superiore al premio naturale.
3 Pratica, manca nel ms.
4 Esercita, manca nel ms.
5 Ms: società: il miglior figlio...
6 Ms: ...Cristo; in terra ed in cielo. Avete...
7 Ms: ...in Cristo; come il buon padre vuole i figli simili a sé. Apostoli e martiri, confessori e vergini, tantissimi fedeli che si distinguono...
8 Ms: hanno onorato.
9 Ms: ...la società; e spesso sono stati grandi benefattori dell’umanità in tanti campi.
10 Ms: Devo imitare Dio in Cristo come figlio carissimo.
11 La didascalia manca nel ds. Poiché però il testo occupa l’intera pagina, e in casi analoghi la didascalia è su un foglio a parte, c’è da supporre che anche in questo caso essa si trovasse così sistemata, ma il foglio seguente eventuale manca; la numerazione attuale è stata apposta da noi, cosicché il foglio potrebbe essere andato perduto.

51. TESTO CRITICO

XXIV1

In Cristo e nella Chiesa vive la civitas christiana: la Nazione cristiana, ed una convivenza cristiana dei popoli. La Nazione cristiana è ordinata in modo conforme al Vangelo, secondo l’interpretazione data dai documenti pontifici. La convivenza cristiana è umana, evangelica, nella verità, nell’ordine, nella pace, nel progresso.2 È via al Regno di Cristo.
Adoro la vostra divina Sapienza,3 o Maestro Divino. Avete voluto la società civile e la Chiesa indipendenti; ma con ammirabile subordinazione.4 Avete voluto tra tutte le nazioni unione: tutti figli di Dio; redenti dal medesimo Sangue; avviati alla casa paterna in cielo. Nella Civitas christiana è il massimo benessere temporale ed eterno.
Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo.
Pittura: la città di Dio... Nello sfondo Maria Regina... [cancellata].

––––––––––

1 L’esordio del ms è questo: Per Cristo e per la Chiesa vi è la civitas christiana: la nazione cristiana ed una convivenza cristiana. La nazione cristiana...
2 Testo del ms: ...progresso, spiana la via al regno di Cristo.
3 Il ms aggiunge: e divina Volontà, Divino Maestro. Avete...
4 Il ms dice: come è subordinato il fine della prima rispetto al fine della seconda. Avete voluto tra tutte [sic] gli uomini e nazioni un’unione e rispetto che pur nell’indip[end]enza salvi i diritti di ognuno e si ispiri alla Chiesa che è cattolica ed universale. Tutti figli; tutti redenti dal medesimo Sangue; tutti avviati alla casa paterna in cielo. Nella civitas c[h]ristiana l’umanità avrà il massimo benessere temporale ed eterno.

52. VIA HUMANITATIS

XXV

La Chiesa fu istituita una come uno è Gesù Cristo, uno il suo Vicario.1 In essa è l’unità di fede, di regime, di carità, pur nella distinzione di riti e diocesi. La cattolicità, la santità, l’apostolicità, la romanità ne sono caratteri distintivi. Tutti [sono] invitati ed obbligati ad entrare nella Chiesa.2
Vi ringrazio, Maestro Divino, per la istituzione della 3 Chiesa, nostra Madre. Io 4 credo, amo, coopero, soffro per la sua estensione; sull’esempio di voi che l’avete conquistata col vostro sangue e l’avete voluta santa, gloriosa, immacolata. Ritornino ad essa i figli dissidenti, entrino in essa tutti gli infedeli.5 Devo essere figlio degno di questa madre,6 per essere degno figlio di Dio.

Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo.
Pittura: Papa, cardinali, vescovi, sacerdoti, diaconi... moltitudine
. 7

––––––––––

1 Il ms esordisce: Una dev’essere la Chiesa, come uno...
2 Nel ms: Essa è l’arca di salvezza. L’unità di fede, di regime, di carità, pur nelle distin[zio]ni di riti e diocesi, costituiscono il suo essere, come la cattolicità... Tutti sono invitati e devono entrarvi.
3 Il ms aggiunge: vostra.
4 Nel ms: la credo, l’amo, coopero alla sua estensione, l’esempio di voi [che] l’avete...
5 Nel ms: ...in essa pagani, maomettani, ebrei; tutti ne comprendano il cuore e la mente.
6 Il testo del ms si chiude qui. 7 La didascalia nel ds è cancellata da tre trattini verticali a penna.

53. TESTO CRITICO

XXVI

Dio lascia l’uomo libero, pur dando la sua legge, proponendo le verità, chiedendo il debito culto.1 Ma, chiusa la vita di prova,2 egli chiama ognuno al suo tribunale. Gesù Cristo proietterà sull’anima 3 una luce in cui ella 4 vedrà tutto quanto doveva fare e quanto avrà fatto. Tre possono essere le sentenze: paradiso,5 purgatorio, inferno; secondo sarà stata la vita.
Vi ringrazio, mio Dio, Padre, che mi avete creato per voi.6 Sono uscito dalle vostre mani creatrici! 7 Ritornerò nelle vostre mani di Giudice. L’eternità dipende da me; chi vuole si salva. Lo sento! Ma mi occorre la vostra grazia:8 molta luce, molto conforto. Io spero in voi.

Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo.
Pittura: la scena del giudizio
.9

––––––––––

1 Nel ms punto e virgola invece del punto.
2 Nel ms si legge: ma chiusa la vita, chiama ognuno...
3 Nel ms: su l’ultima.
4 Nel ms: ella, manca.
5 Nel ms: al paradiso, al purgatorio, all’inferno, secondo è stata la vita. Il tempo decide l’eternità.
6 Nel ms: d’avermi creato per Voi, che mi aspettate nella vostra mensa in cielo. Uscito...
7 Nel ms: ...creatrici, vivo nella provvidenza delle vostre mani, devo tornare nelle vostre mani di giudice. La mia eternità dipende da me. Se mi arrendo cioè ai vostri inviti, se prendo i mezzi che mi offrite: in Maria, in Cristo, nella Chiesa. Lo sento!...
8 Nel ms la conclusione è questa: l’eternità dipende da una così debole volontà!
9 Nel ds la didascalia è così espressa: «Pittura: La scena del Giudizio particolare. Maria nello sfondo...».

54. VIA HUMANITATIS

XXVII

L’inferno è lo stato ed il luogo di eterno castigo per i ribelli.1 Non vogliono Dio,2 e ne saranno privati per sempre. Vogliono il male 3 e ne saranno tormentati per sempre. Anche il corpo, dopo il giudizio universale,4 soffrirà secondo le soddisfazioni godute. Un solo peccato mortale merita un’eternità di supplizi.
Mio Dio, vi ringrazio della luce che oggi mi date.5 All’inferno si va sapendolo, volontariamente. Posso evitare il peccato e posso ottenere il perdono se ne ho commessi in passato. «A poenis inferni, libera nos, Domine». Il vero male è il peccato; tutti gli altri mali si possono convertire in merito.6 Devo temere il peccato più che la morte.
Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo.
Pittura: l’inferno.
7

––––––––––

1 Ms: dei figli ribelli.
2 Ms aggiunge: padre ed eterna felicità dell’uomo, e...
3 Nel ms: i mali.
4 Il ms ha un sarà, erratico.
5 Nel ms i due punti invece del punto.
6 Il ms si chiude qui.
7 Nel ds la didascalia è cancellata con due trattini da sinistra a destra

55. TESTO CRITICO

XXVIII

Il paradiso è il premio eterno per i figli obbedienti.1 Hanno cercato Dio e lo avranno per sempre. Hanno amato i beni spirituali, e li godranno in eterno. Il paradiso 2 è visione di Dio, meritata con la fede; è possesso di Dio, meritato nel compimento della sua volontà;3 è il gaudio in Dio, meritato con l’amore.
Vi ringrazio, Maestro Divino, della speranza che avete infusa nell’anima mia. Io credo e spero la vita eterna. 4 Contemplo Gesù alla destra del Padre; la Vergine alla destra del Figlio; una turba di anime impossibile a contare.5 Occorrono: la grazia e la cooperazione. Chi prega si salva, chi non prega si danna.

Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo.
Pittura
: il paradiso...
6

––––––––––

1 Nel ms: Il paradiso è lo stato ed il luogo del premio eterno per i figli...
2 Nel ms: Il paradiso, manca.
3 Ms: ...meritato con la sottomissione alla volontà di Dio; è il...
4 Nel ms: Io credo la vita eterna, io spero la vita eterna. Contemplo....
5 Nel ms: ...contare, di ogni nazione, lingua, condizione sociale. Se essi hanno conquistata tale gloria, perché non lo potremmo anche noi? Due coe[ f]ficienti, la grazia e la cooperazione nostra, occorrono. La prima sempre vi è; metteremo la nostra volontà. Chi prega...
6 Cancellata con due trattini trasversali da sinistra a destra.

56. VIA HUMANITATIS

XXIX

Alla fine tutti risorgeranno; sebbene con immensa differenza.1 Vi sarà la definitiva separazione. Comparirà il Giudice; si farà la manifestazione delle coscienze, si avrà l’ultima sentenza: «Venite, o benedetti, nel regno del Padre mio»; «Andate, o maledetti, nel fuoco eterno». I giusti entreranno nella vita; i cattivi nell’eterno dolore. 2 Epilogo della storia umana, giorno del Signore, di verità e di giustizia.
Medito, o Maestro Divino, le eterne vostre parole. Sarà glorificata la misericordia e la giustizia di Dio; esaltata la Redenzione; riconosciuti i meriti degli eletti; saranno confusi tutti i cattivi. Considero i doveri sociali: «Quanto avrete fatto al minimo l’avrete fatto a me».
3
Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo.
Pittura: il giudizio universale
.4

––––––––––

1 Nel ms: «Alla fine del mondo vi sarà la risurrezione di tutti; sebbene con immensa differenza tra gli eletti ed i perduti. Vi sarà la definitiva separazione degli uni dagli altri. Seguirà la comparsa del Giudice. Si avrà l’ultima sentenza: “Venite, o benedetti dal Padre mio, per i buoni: andate, maledetti, nel fuoco eterno, per i cattivi. I giusti...”».
2 Nel ms l’ultima frase, manca.
3 Nel ms: «Medito, o Maestro Divino, le vostre eterne parole con cui mi avete descritto la scena del giudizio universale. Là sarà glorificata la misericordia e la giustizia di Dio; sarà esaltata la redenzione di Gesù Cristo; saranno riconosciuti i meriti di tutti gli eletti e di tutti gli umili; saranno confusi tutti i cattivi, i persecutori, i superbi, gli ipocriti, gli scandalosi, gli egoisti. Sarà il giusto epilogo della storia umana, di ogni vita e di ogni nazione: giorno grande! il giorno del Signore, che non avrà fine».
4 Cancellata con due trattini come alle due stazioni precedenti, e un terzo che somiglia a una parentesi di chiusura.

57. TESTO CRITICO

XXX

La Redenzione arriva alle anime per mezzo degli uomini. Sacerdozio gerarchico, religiosi, religiose, laicato cooperatore. «Come il Padre ha mandato me, così io mando voi. Andate». La Chiesa raduna e pasce pecorelle ed agnelli per sospingerli amorevolmente nell’ovile celeste. Dio vuole tutti salvi; e che conoscano la verità.1 Maestro Divino, mandate buoni operai alla vostra messe. Essa è molta. Gesù, Apostolo del Padre, fatemi sentire il sospiro del vostro cuore: un solo ovile, un solo pastore. Apostolato della vita interiore, sofferenza, preghiera, esempio, edizioni, parola, vocazioni, carità. Suscitate, o Maria, una crociata salvatrice in Cristo e nella Chiesa.2
Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo.
Pittura: carta geografica dimostrante le religioni nel mondo.
3

––––––––––

1 Testo del ms: «La redenzione compiuta da Gesù Cristo si applica ed arriva alle anime per mezzo degli uomini e dei vari apostolati. La Chiesa, continuatrice dell’opera di G. C., cominciò il giorno di Pentecoste ad essere via, verità, vita dell’umanità. Essa ha mandato e manda ogni giorno i suoi messiapostoli per radunare le pecorelle e gli agnelli e sospingerle nell’ovile celeste, secondo il voler di Dio, che vuol tutti salvi».
2 Testo del ms: «Considero: La messe è molta, gli operai ancora pochi: vivono, oggi, oltre due miliardi di uomini; di cui soltanto quattrocento milioni di cattolici; poi vi sono gli eretici, scismatici, e l’immenso numero dei non cristiani. “Tutti i fedeli devono muoversi [nel ds: pregare ed operare] per tutti gli infedeli”. “Tutti hanno da contribuire alla salvezza eterna dei fratelli, in qualche modo: Apostolato della sofferenza, della preghiera, dell’esempio, delle edizioni, delle missioni, ecc. ecc. Dio ce ne chiederà conto”».
3 Cancellata nel ds con tre trattini trasversali, da sinistra a destra.

58. VIA HUMANITATIS

ULTIMO QUADRO [XXXI]

Il foglio n. 38 del dattiloscritto contiene questo quadro, espresso in tre righe, che riproduciamo qui sotto. Esso non è entrato nell’opuscolo «dono natalizio del 1947», ma – con leggere varianti espressive – occupa il XXIV ed ultimo posto nel progetto approntato nel 1965 per la sottocripta. Ed è stato già eseguito in mosaico, come quadro conclusivo della Via humanitatis sulla parete accanto al sepolcro di Don Alberione. Il testo dice:
La «Gloria finale» in cielo: Gesù Cristo alla destra del Padre. Maria la Regina. I Beati con rilievo a S. Paolo.

 

indietro