Crea sito

Home

pag. da 21 - 40

INTRODUZIONE

Descrizione del manoscritto Il proemio e i primi cinque quadri costituiscono un quinterno autonomo che consta di tre fogli di cm. 22 × 15. Essi sono piegati in due formando così il quinterno di sei facciate del formato cm. 11 × 15. I fogli sono tagliati in alto: con ogni probabilità si tratta di fogli da lettere a cui è stata sottratta con le forbici, con taglio piuttosto maldestro, l’intestazione stampata. La prima facciata contiene il proemio; la seconda è bianca; la terza contiene il quadro n. 1; la quarta è bianca; la quinta contiene il quadro n. 2; la sesta è bianca; la settima contiene il quadro n. 3; l’ottava è bianca; la nona contiene il quadro n. 4, la decima contiene la prosecuzione di questo quadro, ed è l’unico caso in cui il tutto non è contenuto su una sola facciata; l’undicesima contiene il quadro n. 5; la dodicesima ed ultima è bianca. L’uso di una carta normale, anche se parzialmente destinata ad altro uso, è molto raro in Don Alberione, il quale per scrivere si serviva quasi sempre di “avanzi” di tipografia, come accade nei quadri seguenti. I quadri 6-30 sono scritti su copertine inutilizzate del volume S. Ludovina di I. (sic: per Joris) K. [Karl] Huysmans, e porta ancora il tip «Istituto Missionario Pia Società San Paolo ». Il formato completo della copertina è di cm. 26,2 × 18,3; piegato a metà, ne risulta una pagellina di quattro facciate, formato cm. 9,2 × 13. Quando capita la I p. di copertina, che porta il titolo e il disegno (di Mario Barberis, a quattro colori, che rende impossibile l’utilizzo redazionale) il foglio contiene due soli quadri, vale a dire che è utilizzato da una sola parte, negli altri casi, salvo eccezioni, è utilizzato in recto e in verso, e cioè contiene 4 quadri. Le pagelline sono undici. Il testo è piuttosto fluente, nel senso che le correzioni sono rare, come pure le posposizioni o viceversa; alcuni quadri sono privi di qualsiasi ritocco. Le varianti del testo stampato rispetto al manoscritto sono numerose. Segno evidente che il dattiloscritto fu molto elaborato, e probabilmente anche le bozze di stampa, come a volte accadeva per Don Alberione. Fino a questo momen

22. VIA HUMANITATIS

to non è stato trovato il pacco delle bozze, né sappiamo se queste siano state conservate. Un fatto è certo: il testo pubblicato è quello che Don Alberione ha voluto, perché la revisione da parte sua è sempre stata accuratissima anche nei dettagli.

Descrizione del dattiloscritto

Il dattiloscritto della Via humanitatis, al momento in cui l’abbiamo utilizzato noi, consta di 37 fogli più 1, di formato cm. 14,5 × 21,3, carta consistente, utilizzata esplicitamente per questo lavoro, e non proveniente da “avanzi” diversi, come l’autore costumava; la cosa si spiega per il fatto che esso è stato eseguito da una donna, Sr. Maria Rosaria Visco, delle Figlie di San Paolo, che curava anche l’eleganza dei lavori. L’esemplare è annotato con correzioni a penna, inchiostro nero, di mano di Don Alberione; non è però – eccetto il VI quadro, foglio 9 – quello di prima battuta, ma è una copia in carta carbone, il che fa supporre che qualche altro esemplare potrà trovarsi altrove. I fogli sono stati numerati da noi, con matita dolce; non escluderei la perdita di qualche foglio che contenesse l’annotazione “pittura”, mentre i testi delle enunciazioni e delle applicazioni sono tutti integri. Il foglio n. 38 viene certamente da altra fonte. Esso è di un formato diverso, tagliato però sulla misura degli altri, per ragioni di convenienza. È di prima battuta e ha il titolo in rosso; che provenga da Don Alberione non c’è il minimo dubbio, ma viene da altra segreteria, con ogni probabilità da Don Antonio Speciale. È scritto a spazio 2, con un abbondante margine a sinistra, mentre a destra le righe terminano al vivo.

* * *

Il testo del dattiloscritto dipende direttamente dal manoscritto, al quale è pressoché identico, al punto che le varianti di rilievo o le correzioni di Don Alberione sono abbastanza leggere; noi collazioniamo, nell’apparato critico, unicamente

23. INTRODUZIONE

quelle di un certo rilievo, mentre non appesantiamo il tutto con le differenze di punteggiatura, maiuscole, posposizioni aggettivali, pronomi, e simili. La differenza fra questi due scritti e il testo stampato, invece, in alcuni casi è rilevante. O tra questo dattiloscritto e il testo stampato c’è una terza elaborazione, di cui però nessuno ha mai parlato, oppure le bozze tipografiche sono state sottoposte a correzioni e rifacimenti molto impegnativi. Questo di fatto accadeva quando Don Alberione si trovava di fronte a lavori di particolare portata carismatica. In questi casi non badava a spese e ad incomodi, si trattasse di tipografia, di architettura, di mosaici o di quadri e statue, come abbiamo avuto occasione di rilevare anche nelle pagine precedenti.

* * *

Il testo che pubblichiamo riproduce quello del 1947, che è da considerare come testo critico definitivo, in quanto che Don Alberione rivedeva accuratamente le bozze e sovente modificava il testo dato in antecedenza. Siccome qui non esistono altre edizioni all’infuori di quella “tipica”, le parole in essa sono proprio quelle che ha volute lui.

24. VIA HUMANITATIS


S I G L E


AD Abundantes divitiæ gratiæ suæ
CISP Carissimi in San Paolo
ds dattiloscritto
EP Edizioni Paoline
FP Famiglia Paolina
FSP Figlie di San Paolo
ms manoscritto
PD Pie Discepole del Divin Maestro
PM Primo Maestro (Don Alberione)
SSP Società San Paolo
VVV Via Verità e Vita

25. INTRODUZIONE

VIA HUMANITATIS
Testo critico

 

DONO NATALIZIO 1947
––––––––––––––––––––––––
VIA HUMANITATIS


Per Mariam: in Christo et in Ecclesia


Può servire per le Visite al SS. Sacramento,
alla domenica nella seconda Messa, ecc.


Titolo del manoscritto: Via Vitæ, Via humanitatis. Per Mariam in Christo et in Ecclesia. Manca il richiamo: «Può servire, etc.».
Nel dattiloscritto invece il titolo è così espresso, in tutte maiuscole:
VIA VITÆ - VIA HUMANITATIS / PER MARIAM: IN CHRISTO ET IN ECCLESIA / INTRODUZIONE.

PROEMIO

Tutto viene da Dio-Principio; per tornare a Dio- Fine:1 a sua gloria ed a felicità dell’uomo. Maria guida alla via sicura, che è Cristo; nella Chiesa da lui fondata. In Cristo Via Verità e Vita si ha l’adozione 2 e l’eredità dei figli di Dio. L’uomo e l’umanità per Cristo invisibile, nella Chiesa visibile hanno ogni bene temporale ed eterno. Tutti i figli sono attesi nella casa del Padre celeste; ognuno per Maria può trovare la Via-Cristo.3 Tutti la indichino in spirito di carità e di apostolato. ––––––––––

1 Nel ms la frase termina qui.
2 Il ds ha: l’adozione di figli. Nel ms manca: e l’eredità.
3 Nel ms qui c’è punto e virgola. Nel ds manca l’espressione: e di apostolato.

28. VIA HUMANITATIS

I

La Ss. Trinità beatissima 1 si raccoglie a consiglio: dal quale esce il decreto: «Facciamo l’uomo ad immagine 2 e somiglianza nostra». Maria Ss. nella mente di Dio è prevista capolavoro della creazione. Dio è il primo Principio e l’ultimo Fine di tutto il creato.3 Mio Signore, sono intieramente opera del vostro amore onnipotente. Vi adoro, mio Dio, uno nella natura e trino nelle persone. Vi ringrazio perché mi avete fatto per la felicità che è in voi e per la vostra eterna gloria. Salvatemi con la stessa vostra onnipotenza misericordiosa.4 Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo.5 Pittura: la Ss. Trinità nello splendore della sua beatitudine eterna. Maria, la creatura tutta bella; che va delineata in una mezza luce.

––––––––––

1 Nel ms manca: beatissima.
2 Nel ms: imagine.
3 Nel ds Capolavoro, Primo Principio e Fine in lettera maiuscola.
4 L’aggettivo possessivo vostra, e il pronome voi, nel ds, sempre maiuscoli, sono stati preferiti con l’iniziale minuscola conforme al ms. Abbiamo sempre seguito questa norma per semplificare la grafia, secondo lo stile alberioniano.
5 Nel ds l’ultima invocazione suona così: «O Santi Apostoli Pietro e Paolo!... [aggiunto a mano:] Ho viva fede: cielo». In un’altra copia del dattiloscritto, conservata nella busta Alberione dell’Archivio Storico della Casa Generalizia SSP, l’A. ha annotato solo il primo quadro completando le tre invocazioni finali e aggiungendo: «Si ripete sempre così».

29. TESTO CRITICO

II

Adamo ed Eva sono creati, posti nel paradiso terrestre, 1 ed elevati all’ordine soprannaturale; dotati di grandi privilegi; in familiare 2 conversazione con Dio; nell’attesa di venire 3 ammessi all’eterna beatitudine.
Siate sempre benedetta, o Bontà infinita di Dio! Oltre la vita naturale, avete infusa nell’uomo 4 la vita soprannaturale della grazia. L’avete adottato come figlio, chiamato alla vostra stessa felicità;5 per mezzo del nostro amore libero e spontaneo. Illuminatemi a conoscere il gran tesoro della vostra grazia.6 Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo.
Pittura: Adamo ed Eva felici nel paradiso terrestre.7 Maria Immacolata in un angolo; sempre in mezza-luce.

––––––––––

1 Ms: A. ed E. si trovano nel p. terr.; elevati...
2 Ms: famigliare.
3 Ms: venir.
4 Ms: nell’uomo avete infusa.
5 Il ds legge come segue: ...felicità; ed in cambio volete dall’uomo un cuore libero e spontaneo. Illuminatemi...
6 Ms: dono della grazia.
7 Nel ds la didascalia termina qui. La frase che segue è cancellata con due tratti di penna. Queste cancellature sono certamente di mano di Don Alberione.

30. VIA HUMANITATIS

III

Adamo ed Eva, tentati dal serpente, cadono nella colpa; perdono la vita spirituale; sono spogliati dei privilegi e doni celesti. Dio misericordioso promette la Donna che schiaccerà il capo del demonio per mezzo del Figlio riparatore e redentore. Benedetta la misericordia del Padre celeste! Benedetto il Figlio di Dio che si offre a soddisfare per l’uomo! Benedetto lo Spirito Santo che in Maria darà la nuova generazione dei figli di Dio! Benedetta la gran Donna speranza del genere umano! Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo. Pittura: Adamo ed Eva scacciati dal Paradiso.1 Maria Immacolata indicata dall’Eterno Padre.

––––––––––

1 Questa espressione fu cancellata, nel ds, con un tratto di penna.

31. TESTO CRITICO

IV

L’umanità si moltiplica; Dio dispone i tempi e prepara gli uomini a ricevere il Riparatore,1 il Figlio suo; elegge per la sua fede Abramo a capo di un popolo nel quale nascerà il benedetto Frutto 2 di Maria, il Salvatore del mondo. Adoro e ringrazio, o mio Dio, la vostra amabile e sapiente Provvidenza. Fra le tenebre dell’errore 3 accendete 4 la luce della verità; nella universale corruzione vi siete eletto il Giusto; fra 5 tanta idolatria sempre si è conservato un altare ed un culto intemerato per voi.6 Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! 7 O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo. Pittura: Abramo fedele che si dispone ad immolare il figlio: «in semine tuo benedicentur omnes gentes». Maria Regina Ap[ostolorum] sempre allo stesso modo.8

––––––––––

1 Ms: il Riparatore, manca.
2 Ms: frutto, min.
3 Ms: Tra le tenebre dell’errore [il ds aggiunge:] terrestre.
4 Ms: tenete accesa. Il ds, per l’unica volta, crediamo, ha il verbo al singolare: accendi, che è da considerare un lapsus, dal momento che prima e dopo c’è sempre il plurale.
5 Ms: tra.
6 Ms: per voi, manca.
7 Ms: Sia gloria a Dio nel cielo altissimo, venga su la terra la pace agli uomini.
8 Il ds riporta: «Maria Regina Apostolorum sempre lo stesso».

 

32. VIA HUMANITATIS

V

Dio dà a Mosè la Legge per tutta l’umanità; chi l’osserva si prepara a ricevere la rivelazione e la grazia della Redenzione.1 I giusti ed i Patriarchi che attendono e sperano il Salvatore, sono salvi; come guarisce chi, nel deserto, morsicato dai serpenti, guarda al serpe di bronzo innalzato da Mosè.2 Siate benedetto, o Padre, Figlio e Spirito Santo, tre persone in un solo Dio: voi 3 sempre siete stato vicino all’umanità peccatrice ed errante, indicando la via e la speranza. La Legge 4 fu data per mezzo di Mosè: la verità e la grazia in Cristo Salvatore. Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbi pietà di noi. O Maria Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo. Pittura: Mosè sul Sinai; di fronte il serpe di bronzo:5 in un angolo la Regina Ap[ostolorum].

––––––––––
1 Ms: redenzione, min. In luogo del punto, punto e virgola; i giusti ed i patriarchi [min.] che attendono e spera [sic] il Salvatore, è salvo [sic] come chi [è, manca] morsicato...
2 Nel ds Don Alberione aggiunge a mano: Dio manda Patriarchi, profeti, agiografi al popolo di Dio: perché tutto il popolo rimanga sempre nell’attesa del Messia e si prepari a riceverlo santamente.
3 Ms: voi, manca.
4 Ms: legge, minuscolo. Nel ds questa frase finale è cancellata da due tratti di penna orizzontali, di mano di Don Alberione. 5 Nel ds la didascalia termina qui; la frase che segue è cancellata con un solo tratto di penna, orizzontale. Il lemma usato è «Regina degli Apostoli».

33. TESTO CRITICO

VI

Dio suscita continuamente Profeti e Agiografi 1 nel popolo eletto: sono luce per le anime rette; sono richiamo per gli erranti; sono conforto per i deboli. Scrivono la futura vita del Cristo ed abbozzano la storia della Chiesa. Vi benedico, mio Dio, con tutti i popoli.2 Vi ringrazino e vi adorino! Avete scritto nel creato le vostre grandezze; nella coscienza la vostra legge; nella Bibbia le vostre eterne 3 promesse. Voi siete infinitamente fedele e sempre amabile. Aprite la mia 4 intelligenza a capire la vostra voce di Padre. Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo. Pittura: i profeti, facendo risaltare i quattro maggiori; e la Bibbia; Maria Regina Ap[ostolorum].5

––––––––––

1 Ms: agiografi, manca; i due sostantivi, in minuscolo.
2 Ms: Vi benedicano, mio Dio, tutti i popoli.
3 Ms: sicure.
4 Ms: l’intelligenza mia.
5 Nel ds la dattilografa nota a matita: «N.B. Quadro mancante dagli originali, copiato perciò dall’opuscolo pubblicato nel natale 1947». In realtà l’originale ha la didascalia che noi riportiamo; può darsi che in una prima impostazione l’opuscolo riportasse le didascalie per la “pittura” e che poi esse siano state eliminate; in tal caso però si sarebbe dovuto parlare non di “opuscolo pubblicato” ma di “bozze tipografiche”. Per ora siamo obbligati a lasciare aperto il problema.

34. VIA HUMANITATIS

VII

L’Arcangelo Gabriele, a nome di Dio, propone alla Vergine Maria la divina maternità. Maria accetta la mirabile missione; il Verbo si incarna nel suo seno. Gesù Cristo 1 è vero Dio e vero uomo,2 il Messia promesso, il Maestro Divino, il Sacerdote eterno. Siate benedetto, o Signore, che avete adempita la vostra promessa e la voce dei Profeti! Siate benedetto, o Spirito Santo 3 disceso in Maria; o Padre, che l’avete adombrata; o Figlio divino incarnato, per stabilire sulla 4 terra il regno della verità, della santità e della grazia. Adoro questo mistero di potenza e d’amore.5 Ecco la salvezza per tutti i popoli! Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo.
Pittura: l’Annunziazione di Maria.6

––––––––––

1 Ms: G.C.
2 Ms: la frase che segue, manca.
3 Ms: S.
4 Ms: su la.
5 Ms: d’amore.
6 Nel ds la didascalia è identica, ma è cancellata con un tratto di penna orizzontale

35. TESTO CRITICO

VIII

Gesù Cristo nasce a Betlemme. È accolto da Maria e Giuseppe, dai pastori e dai Magi; inizia la sua scuola di virtù, di verità, di bontà. È disceso all’uomo per portare l’uomo a Dio. È posto in rovina e resurrezione degli uomini. 1 Siate benedetto, adorato ed accolto da tutti, o Maestro Divino, umile e mansueto.2 Voi piaceste 3 al Padre; e chiunque si fa simile a voi pure piacerà al Padre celeste. 4 Voi siete il suo Figlio incarnato:5 in voi e per voi diveniamo figli adottivi di Dio. Siete salute di chi vi accoglie, condanna 6 di chi vi rigetta. Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo. Pittura: il presepio; il Bambino sta tra le braccia di Maria.

––––––––––

1 Il testo del ms: G.C. nasce a Betlemme; è accolto da Maria, Giuseppe, i pastori, i Magi; inizia la sua scuola di virtù, di verità, di misericordia; è disceso all’uomo per portare l’uomo a Dio. È posto in rovina e risurrezione degli uomini.
2 Ms: mansueto ed umile.
3 Ms: piacete al Padre e chiunque.
4 Ms: Celeste, manca.
5 Ms: Voi siete il suo Figlio, che vi siete incarna

36. VIA HUMANITATIS

IX

Gesù Cristo pratica le virtù individuali, domestiche, religiose, sociali; restaura l’uomo, la famiglia, la società civile;1 rinnova la società religiosa; glorifica il Padre in modo degno; conduce vita di umiltà, di obbedienza, di preghiera, di lavoro. Siate benedetto, o Maestro Divino, fatto simile a noi per rendere noi simili a Dio.2 Avete riparato le rovine compiute dal demonio, dall’orgoglio e dalle passioni.3 Ci avete mostrato che possiamo vivere in cielo una felicità divina, se viviamo una vita simile alla vostra sulla 4 terra. Che io vi conosca, che io vi imiti, che io vi ami! Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo. Pittura: La sacra Famiglia.

––––––––––

1 Ms: civile e la società religiosa: glorifica il Padre...
2 Ms: Aggiunto: Siate benedetto! perché avete riparato alle rovine...
3 Ms: Aggiunto: Siate benedetto perché ci avete...
4 Ms: su la.

37. TESTO CRITICO

X

Gesù Cristo, dopo la scuola dell’esempio, inizia la scuola della parola; sul monte delle beatitudini traccia la via della pace e della salvezza; rivela Dio agli uomini; annunzia 1 la nuova legge di amore. Vi adoro e ringrazio, o Maestro Divino,2 che vi siete dichiarato la Via, la Verità, la Vita. Vi riconosco come la Via che devo tenere;3 la Verità che devo credere; la Vita che devo partecipare. Voi siete il mio tutto; ed io voglio essere tutto in voi: mente, volontà, cuore. Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo. Pittura: il monte delle Beatitudini; Maria Regina.

––––––––––

1 Ms: insegna.
2 Ms: Gesù Cristo; vi ringrazio perché vi siete...
3 Ms: seguire.

38. VIA HUMANITATIS

XI

Gesù Cristo elegge i Dodici, che chiama Apostoli, a continuare ed estendere nel mondo la sua missione. Disegna 1 la Chiesa, società perfetta e suo corpo mistico; ad essa nomina un capo, Pietro; per continuare ad essere in essa la Via, la Verità, la Vita. Siate benedetto, o Gesù Cristo, che avete fatto del 2 Sacerdote un altro voi stesso. Siate benedetto, perché avete stabilita la Chiesa nostra maestra, madre e guida. Siate benedetto, perché l’avete fondata su Pietro, infallibile ed indefettibile. Mediterò sempre le vostre parole: «Come il Padre ha mandato me, così io mando voi»: predicate, guidate e 3 santificate tutti. Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo. Pittura: la scelta dei dodici, tra cui primeggia Pietro; si vede la Chiesa.

––––––––––

1 Ms: tracciò... nominò.
2 Ms: nel.
3 Ms: e, manca.

39. TESTO CRITICO

XII

Gesù Cristo si offre al Padre in gloria e ringraziamento; Ostia di soddisfazione e impetrazione; muore per essere la nostra vita con la grazia in terra e con la gloria in paradiso. La giustizia e la misericordia si baciano; il Padre in Cristo si concilia 1 con l’uomo; viene riaperto il paradiso; a tutti è rivolto l’invito ad entrarvi. Siate benedetto, o Gesù Cristo Sacerdote ed Ostia! degna Vittima e degno Pontefice! In voi salute, risurrezione e 2 vita. Chiunque vuole si salva per il vostro sangue. 3 Piova su di me e mi lavi! Cada su tutti: e tutti purifichi e salvi. Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo. Pittura: il Calvario; davanti alla croce sta Maria: «Ecco tuo figlio».4

––––––––––

1 Ms: si compiace dell’uomo; viene aperto il paradiso ed a tutti è rivolto...
2 Ms: e, manca.
3 Ms: sangue. Per chi lo rigetta strazio e rovina. Piova su tutti e tutti mondi e salvi.
4 Ms: «il tuo Figlio».

40. VIA HUMANITATIS

XIII

Gesù Cristo risorge dal sepolcro; appare a Pietro, ai 1 Dodici, ai Discepoli; dimostra la realtà della sua risurrezione. Nei quaranta giorni, che ancora rimane sulla terra,2 svela grandi misteri, completa la sua opera di Salvatore, compie mirabili prodigi; conferisce poteri divini. Siate benedetto, o Gesù: morto perché uomo, risorto perché Dio. Voi 3 avete confermata la dottrina con la verità 4 della vostra risurrezione. La fede è la radice della nostra salvezza. Chi non crede è già giudicato. Stabilite in me una fede viva, operosa, diffusiva. Che io creda sempre più; che divenga una lucerna ardente ed illuminante. Gloria a Dio nel cielo altissimo! Pace in terra agli uomini di buona volontà! O Gesù Maestro, Via Verità e Vita, abbiate pietà di noi. O Maria, Regina degli Apostoli, pregate per noi. O santi apostoli Pietro e Paolo, esaltate la Chiesa di Gesù Cristo. Pittura: Gesù tra gli apostoli... beati coloro che senza vedere crederanno.5 La Regina degli Apostoli.

––––––––––

1 Ms: e.
2 Ms: che rimane ancora sulla terra, manca.
3 Ms: Voi, manca.
4 Ms: realtà.
5 Nel ds questa prima frase è cancellata con un tratto di penna.

avanti AVANTI