Crea sito

Home

Al venir di ogni sera, / mentre il palpitar delle stelle/ fan ritmo allo scandir della voce / che dice: “Salve, o Regina…” / con lo sguardo fisso al santuario / assorto e tuffato nell’infinito, / tu pensavi, col cuor dilatato, / ai tuoi figli lontani, / presenti e operanti sul globo, / e su lor, benedicente / alzavi la mano. / E come il pulsar d’un’antenna, / il benefico influsso di Dio / partitasi dall’esile mano / e ognun nel segreto captava / l’onda d’amore del padre. / Era garanzia, sicurezza di fede. / Da stasera: 26 novembre, la trasmissione tace. /Una luce si è spenta, /silenziosamente la finestra si è chiusa,/ ma sul profondo, greve silenzio/ il tuo spirito, vivo in Dio, si libra sereno /e or non più con la voce, / ma preme sull’anime nostre /stimolante il tuo invito:/ “in cammino, figliuoli, /verso Dio, /insieme ai fratelli, /coi mezzi più celeri, fate tutti figli di Dio”.

Scritta da una Figlia di San Paolo la sera stessa della morte del Fondatore
M.Grazia Gabeli fsp